A sedici anni ho cominciato a pubblicare dei racconti su delle riviste femminili a cui sono seguiti numerosi libri per bambini per “La scuola” di Brescia, diventati dei testi di lettura per le elementari  e una commedia “L’albero delle piume” in scena a Saronno da 4 anni, oltre a delle favolette per la De Agostini e a una decina di romanzi per adolescenti editi da Malipiero.

Passata al “rosa” ho iniziato scrivendo un romanzo al mese. Passando da una CE all’altra: Omnia, Quadratum, Universo, Curcio,  Harlequin,  Mondadori, ecc… ho prodotto  più di centocinquanta testi, destando l’interesse dei media, Costanzo, Funari e altri conduttori mi invitarono a partecipare ai loro programmi.

La mia produzione comprende diversi romanzi attuali che hanno ottenuto delle critiche lusinghiere. “Il silenzio di Luca” è stato adottato in due classi del liceo classico di Ostia come testo di lettura. 

Da anni traduco per la Harlequin e le mie novelle, ormai migliaia, continuano a essere pubblicate. Riassumendo, scrivere è la mia passione e la mia vita.  Credo proprio che non smetterò fino alla fine del mio percorso terreno.